Mer 13 Giugno 2018

Oltre la coppa c’è di più: caccia ai record mondiali

quote record mondiali Russia 2018

Su Eurobet è caccia ai record mondiali, scommesse a quote altissime

Ci sono risultati che non prevedono coppe, ma che ti portano comunque al top: sono i record, che presuppongono il superamento di una situazione limite oltre il quale ci si era spinti solo una volta precedentemente. I nostri quotisti hanno studiato e quotato 11 situazioni possibili in cui a Russia 2018 potrebbe essere battuto un record. Scopriamole tutte!

Espulsioni & Cartellini

Partiamo dalla disciplinare: la partita con più cartellini rossi della storia dei Mondiali è stata Portogallo-Olanda, ottavo di finale del 2006. Nello stesso match si è arrivati anche al maggior numero di cartellini totali (gialli e rossi): addirittura 16! Su Eurobet le quote che vengano superati sono rispettivamente 51 e 71. A 51 anche che un giocatore superi Cafu e Zidane per numero di cartellini nella competizione.

Grappoli di gol – Scommetti sui record Mondiali

Quote Eurobet da sogno per eventuali record infranti sul numero di gol! Facciamo ordine e vediamole nel dettaglio:

      • A quota 101 (con 10 euro se ne possono vincere ben 1.010) che una squadra riuscirà a segnare più di 27 gol al Mondiale di Russia: c’è da battere l’Ungheria, il primato resiste dal 1954

     

      • A quota 201 che una squadra riuscirà a segnare più di 10 gol in una singola partita: è ancora l’Ungheria a detenerlo, dal 1982 (Ungheria – El Salvador 10-1)

     

      • A quota 201 che ai tempi supplementari di una partita verranno segnati più di 5 gol:  il record è caro a noi Azzurri, riguarda Italia-Germania 4-3…

     

      • A quota 101 che un giocatore riuscirà a segnare più di 5 reti in una partita: ci riuscì il russo Oleg Salenko a Usa ’94

     

Ce n’è un altro, a quota 151, e chi scommette vedrà i primi 10 secondi di ogni partita con qualche palpitazione in più sperando in un gol. E’ il record che riguarda la rete più veloce in un Mondiale, la segnò il turco Hakan Sukur (vecchia conoscenza del nostro campionato) in Corea del Sud, alla Corea del Sud: gli bastarono 11 secondi.

 

Vi ricordate l’Uomo Ragno? Chi è l’uomo dei record di cui stiamo parlando?

Lo bandiera tricolore sventola silenziosa all’interno dei libri dei record, riguarda l’imbattibilità di un portiere (e di una squadra) all’interno di un Mondiale: a Italia ’90 ci vollero 518’ per battere Walter Zenga, l’Uomo Ragno; ci segnò l’Argentina con Caniggia, trasformando quella che sembrava la sesta Notte Magica in una serata da incubo. In Russia noi non potremo migliorarci, se qualcuno farà meglio dell’Uomo Ragno chi ci ha scommesso incasserà 31 volte l’importo puntato.

Tu sei pronto a battere i tuoi record di vincita? Scommetti con noi, punta al meglio!

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001