Ven 13 Luglio 2018

Mondiali 2018: atto finale

Finale Mondiali Russia 2018

Ultima tappa per Russia 2018: è Francia-Croazia

Un Mondiale che ci ha stupiti, delusi, tenuti sulle spine fin dal primo momento, anzi già dalle qualificazioni, e che ora giunge al suo epilogo. Un epilogo che risulta coerente con le emozioni che il calcio ci ha regalato nelle ultime settimane, ricco di sorprese e rivelazioni. E se dalla Francia, con un’età media decisamente bassa ma con tanta esperienza, forse ce lo saremmo aspettati, la Croazia ha davvero fatto sognare tutti quelli che ci credevano.

Finale inedita, chi alzerá la Coppa?

Così saranno proprio loro, domenica 15 Luglio 2018 allo stadio Luzhniki di Mosca, a contendersi la Coppa del Mondo. La prima volta in assoluto per i focosi croati, la seconda possibilità per i Bleus dopo Francia 1998, quando furono proprio i padroni di casa a vincere il titolo. Ma entriamo un po’ più nel dettaglio di queste due nazionali e cerchiamo di capire meglio come sono arrivate fin qui.

La Francia di Mbappé e Didier Deschamps

Era già tra i favoriti a inizio campionato. La presenza di grandi nomi, un’età media molto al di sotto delle altre nazionali, e una grande preparazione sicuramente hanno aiutato. Ma i galletti di Deschamps hanno stupito anche oltre le aspettative. Ad eccezione dello 0-0 con la Danimarca ai gironi, solo vittorie, e che vittorie: decretare la fine del sogno mondiale per l’Argentina di Messi, per l’Uruguay di Cavani e Per il Belgio di Hazard e Lukaku non è cosa da poco. Che altro dire?

Da Lloris a Varane, da Pogba a Giroud passando per Griezmann e Mbappé: è questa una Francia di grandi campioni, che hanno fatto della compattezza e del gioco di squadra il loro punto di forza fino a creare un team campione. Perché le partite si vincono soprattutto così: con la visione d’insieme, l’unione e il ruolo fondamentale di tutti quelli che pur non cavalcando le prime copertine lavorano per regalare i risultati che poi si vedono in campo. Giocatori in grado di risolvere la partita in poche mosse e giocatori in grado di sostenerli e difendere la porta: è questo che ha reso i Bleus una squadra da finale e, a vent’anni dall’ultimo mondiale vinto, i Francesi ci provano ancora.

La Croazia di capitan Modric e Zlatko Dalic

Una piccola nazionale di grandi talenti, molti dei quali impiegati proprio nel nostro campionato. E’ questa la Croazia che arriva in finale e che se la gioca, fino alla fine. La nazionale di capitan Modric vince e stravince ai gironi e passa ottavi e quarti alla lotteria dei rigori, prima con la Danimarca, poi con la Russia. Novanta minuti non sono sufficienti neanche nella semifinale contro l’Inghilterra: si va ai supplementari e Mandzukic decide che non è ancora tempo di tornare a casa. Al 109° minuto, con tutta la stanchezza e la pressione che solo dei grandi campioni possono tollerare.

E ora? Ora occhi puntati al cielo di Mosca. Nel frattempo scopri tutte le quote e divertiti a scommettere con noi su chi vincerà l’ultima partita dei Mondiali  (Quote Francia – Croazia)!

#TuPerChiTifi?

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001