Ven 22 Giugno 2018

Germania, ultima chiamata: con la Svezia, l’imperativo è vincere

Germania-Messico

Primo turno archiviato; Germania: punti 0

Chi l’avrebbe mai detto? Certo, il Messico non era propriamente una squadra materasso, ma dai Campioni del Mondo in carica ci si aspettava molto di più. Gambe imballate ed “orrori” in difesa hanno spianato la strada a Chicharito Hernandez e compagni. Così, ora, gli uomini di Löw sono già all’ultima spiaggia: domani alle 20 l’avversario sarà quella Svezia che ha condannato l’Italia al ruolo di spettatrice di questo Mondiale, quella Svezia che non si sente affatto orfana di sua maestà Ibra e che ha regolato in avvio la tignosa Corea. Ai tedeschi serve disperatamente una vittoria, ma nonostante il passo falso del primo turno, noi di Eurobet continuiamo a vederli favoriti: l’1, infatti, è a quota 1,48; il pareggio a 4,70, mentre la vittoria di capitan Granqvist e compagni è a 7.25.

Gruppo F, Messico in pole: chi staccherà il biglietto per gli ottavi?

Questo Germania – Svezia può già considerarsi decisivo allora. Certo, tutto dipenderà dal risultato del Messico che, alle 17:00, affronterà la Corea. Dopo la vittoria a sorpresa di domenica scorsa, gli uomini di Osorio sono ora in pole position per la vittoria del gruppo F (1,72 la nostra quota), ed in caso di un ulteriore successo contro gli asiatici staccherebbero in anticipo il biglietto per gli ottavi. Come la Svezia, del resto (vincente a quota 5.50). Löw deve quindi ricomporre a tutti i costi i cocci della sua Germania, per cercare di ritrovare il feeling con la vittoria e tenere aperto il discorso qualificazione.

Corsi, ricorsi e…scongiuri!

Tantopiù che, sui teutonici, aleggia la “Maledizione dei campioni uscenti”: è già accaduto 2 volte, infatti, che i detentori del titolo siano stati eliminati nella fase a gironi nell’edizione seguente. È successo all’Italia nel 2010, ed alla Spagna nel 2014. D’altronde, si sa, non c’è due senza tre, ed il popolo italico, diciamo la verità, ci spera un bel po’. Anche la Svezia, al tempo stesso, non incontra propriamente le simpatie nostrane: molto facile, quindi, che la gara di Sochi stimoli tricolori gufate di massa, magra consolazione per questo Mondiale senza notti magiche. Ed allora, solo per domani…

#TuPerChiGufi?

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001